Ramaria aurea [L.]

Ramaria aurea
(Gomphaceae)


(si applicano tutti i crediti e i diritti della fonte Wikipedia)

Ramaria aurea (Schaeff.) Quél., Flore mycologique de la France et des pays limitrophes (Paris): 467 (1888).

La Ramaria aurea è un fungo commestibile, anche se con cautela, della famiglia delle Gomphaceae.
È una specie tossica da cruda e pertanto richiede una prebollitura. Inoltre consumi esagerati della stessa, come per la maggior parte delle "Ramarie", possono provocare effetti lassativi ed altri fastidi.
Bisogna prestare molta attenzione a non confonderla con altre specie congeneri non eduli oppure velenose, cosa che però avviene molto spesso.

Descrizione della specie

Corpo fruttifero

Color giallo-oro o giallo-ocraceo, densamente ramificato, con base biancastra o giallina; gli apici delle ramificazioni sono bifidi e ottusi.

Carne

Compatta, bianca; senza odore e sapore caratteristici.

Spore

Ocracee in massa, ellittiche e minutamente verrucose, 10-13 x 4-6 µm.

Habitat

Fruttifica in estate-autunno, nei boschi misti, sul terreno. Per lo più sotto faggio.

Commestibilità

Ottimo commestibile da giovane, previa cottura. Non commestibile da crudo.

Si consiglia di non consumarne quantità eccessive in quanto potrebbe avere effetti lassativi.
Molto ricercato ed apprezzato in alcune regioni d'Italia come in Calabria, più precisamente sull'altopiano della Sila.
Si presta molto bene alla conservazione sott'olio.

Attenzione a non confonderlo con la Ramaria pallida (specie tossica), cui somiglia molto in alcune sue forme decolorate.

Etimologia

Dal latino aureus = di colore dorato, per via del suo colore.

Sinonimi e binomi obsoleti

  • Clavaria aurea Schaeff., Fungorum qui in Bavaria et Palatinatu circa Ratisbonam nascuntur 4: 121 (1774)

Nomi comuni

  • Civita
  • Cierru 'e gallu ("cresta di gallo" - dialetto calabrese)
  • Corallo giallo
  • Ditola dorata
  • Manina dorata
  • Zatèle de l'ors ("zampette dell'orso" - dialetto trentino)

Bibliografia

  • (EN) Ramaria aurea, in Index Fungorum, CABI Bioscience.
  • Jens H. Petersen, Key to the species of Ramaria known from Fennoscandia (PDF), in www.mycokey.com, 1999, p. 12.

Altri progetti

  • Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Ramaria aurea
  • Wikispecies contiene informazioni su Ramaria aurea

Dove?

Famiglia(1)

WWW info


Continu di ricerca
0 Specie simili (LA):
Ramaria aurea [L.]
Goudgele koraalzwam
Goldgelbe Koralle
Ramaria aurea [L.]
Ramaria aurea [L.]
Ramaria aurea [L.]
Ramaria aurea [L.]
Ramaria aurea [L.]
Ramaria aurea [L.]




© Copyright Nature-Guide The Netherlands 2020 da RikenMon se non diversamente specificato.